Comune » Uffici » Interventi Economici e attività produttive

Gas tossici: patente di abilitazione all'impiego - autorizzazione stabilimenti produttivi

Patentino abilitazione per impiego gas tossico

E’ un’abilitazione obbligatoria per tutti coloro che nell’esercizio dell’attività lavorativa utilizzano gas tossici. 

Il Comune pubblica sul proprio sito, con cadenza semestrale, l’avviso pubblico per la partecipazione alla sessione (primaverile o autunnale) degli esami per l’abilitazione, che si tengono presso l’Azienda Usl di Bologna, in Via Gramsci 2.

Gli interessati, se residenti nel Comune, presentano richiesta di ammissione utilizzando l’apposito modulo di domanda, in marca da bollo di € 16,00, che viene pubblicato con l’avviso; occorre allegare  due foto formato tessera, uguali e recenti.

Il Servizio Interventi Economici, dopo aver verificato la completezza e la regolarità della domanda, la trasmette alla Commissione regionale. I candidati ammessi saranno informati del giorno in cui dovranno sostenere l’esame.

L’Azienda Usl comunica l’esito dell’esame al Comune. In caso di esito favorevole il Servizio Interventi Economici rilascia, entro 30 giorni, la patente di abilitazione per l’utilizzo del gas tossico.

La patente è valida 5 anni. Entro tale termine deve essere effettuata la procedura di revisione compilando e presentando al Comune la domanda per la revisione della patente 

Il periodo di revisione viene disposto annualmente con apposito decreto del Ministro della Sanità, pubblicizzato con avviso pubblico sul sito del Comune.

Se non viene presentata la domanda di revisione il patentino decade e l’interessato dovrà avviare l’iter per il rilascio di un nuovo patentino e dovrà sostenere quindi l’ esame di abilitazione.

I  titolari che intendano rinunciare al patentino devono farne comunicazione scritta e restituirlo al Comune.

Autorizzazione per insediamento produttivo che utilizza custodisce e conserva gas tossico

Gli insediamenti produttivi che detengono ed utilizzano gas tossici devono presentare il modulo di “domanda di  autorizzazione per utilizzazione, custodia e conservazione di gas tossici”, con gli allegati in esso elencati,  utilizzando la piattaforma SUAPER (selezionare Gruppo C/Attività artigianali e di servizio)

La richiesta di autorizzazione presuppone la conclusione positiva dei procedimenti autorizzativi relativi ai locali in cui viene impiegato, custodito e conservato il gas tossico (Pratica edilizia, Autorizzazione Unica Ambientale, Conformità alla normativa antincendio)

Il Suap, verificata la regolarità e completezza della documentazione, richiede il parere alla Commissione Tecnica Provinciale Gas Tossici dell’AUSL di Modena. Acquisito il parere favorevole rilascia l’autorizzazione, entro 60 giorni dal ricevimento della domanda .

Normativa di riferimento:

R.D. 9 gennaio 1927 n. 147 “Approvazione del regolamento speciale per l’impiego dei gas tossici”

art. 58 del R.D.18 giugno 1931 n.773 “Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza”

Elenco dei gas tossici come definiti dal R.D. n. 147/1927: acido cianidrico - acido fluoridrico - ammoniaca - anidride solforosa - benzina - bromuoro di metile - cianogeno - cianuri - cloro - cloruro di metile - cloropicrina - dimetilsolfuro - dietilsolfuro - etere ciano carbonico - etilisopropilsolfuro - etilmercaptano - fosgene - idrogeno fosforato - isonitrili - metilmercaptano - ossido di etilene - piombo tetrametile - piombo tetraetile - solfato di metile - solfuro di carbonio - tetraidrotiofene - trifloruro di boro.

 

Primo inserimento del 31/03/2020 -- Ultimo aggiornamento del 31/03/2020 ore 11:38 - Stampa