Comune » Uffici » URP (Ufficio Relazioni con il PUbblico)

Educare alla cittadinanza come materia scolastica

Partire dai banchi di scuola per formare buoni cittadini. È lo slogan che accompagna la proposta di legge di iniziativa popolare per inserire nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla cittadinanza come materia autonoma alla quale ha aderito anche il Comune di Spilamberto.

L’iniziativa è stata proposta all’inizio dell’estate dal Comune di Firenze con il sostegno dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani e ha l’obiettivo di educare al bene comune, alla partecipazione civica, alla legalità e sicurezza. La proposta di legge prevede come strumenti lo studio della Costituzione, di elementi di educazione civica e delle istituzioni dello Stato italiano e dell’Unione europea; l’insegnamento dei diritti umani e dei fondamenti del diritto e del diritto del lavoro; l’educazione digitale (con particolare attenzione all’utilizzo della rete contro l’hate speech, cyber bullismo e fake news) e ambientale, incentivando comportamenti e stili di vita sostenibili, la lotta allo spreco alimentare, la tutela dell’ambiente e degli spazi comuni; l’educazione alla legalità e ai principi e valori della società democratica come i diritti e i doveri, la libertà e i suoi limiti, il principio di uguaglianza, il senso civico, la giustizia. Come nuova materia, l’educazione alla cittadinanza dovrà essere prevista nei piani di studio di entrambi i cicli di istruzione, primaria e secondaria, e avrà, come tutte le altre discipline, una propria valutazione.

La raccolta delle firme per arrivare, entro l’anno, alle cinquantamila necessarie per il deposito in Parlamento è già in corso. Gli interessati a sostenere la proposta di legge possono depositare la propria firma all’Ufficio protocollo del Comune.

Allegati:

Ufficio Protocollo

Piazza Caduti Libertà n. 3

tel. 059 789931
e-mail: protocollo@comune.spilamberto.mo.it
referenti:
Responsabile - dott.ssa Antonella Tonielli
Istruttore Amministrativo - Nella Borghi


orari:
Lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00
Martedì dalle ore 8.30 alle ore 10.30
Giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19 (ultimo accesso ore 18.45)

Sabato chiuso.

Primo inserimento del 11/12/2018 -- Ultimo aggiornamento del 11/12/2018 ore 08:37 - Stampa