Comunichiamo » Comunicati stampa

Comunicato stampa- Risposta Sindaco su Lettera ANAC per Casa della Salute

Il Sindaco Costantini commenta la risposta dell’ANAC ad un esposto inviato dai Consiglieri del Movimento Cinque Stelle sulla realizzazione della Casa della Salute

Di seguito ad un esposto dei giorni scorsi presentato dai Consiglieri del Movimento Cinque Stelle Anderlini e Tondelli sulla realizzazione della Casa della Salute, l’ANAC ha inviato in risposta una segnalazione con valore consultivo, non impositivo.

Premettendo che esprimo massima fiducia nell’operato dell’autorità guidata da Raffaele Cantone, comunico che siamo già in contatto con i suoi funzionari e stiamo predisponendo entro i termini previsti una lettera di controdeduzioni al fine di poter risolvere al più presto la questione e proseguire celermente con i lavori. In particolare con gli uffici stiamo facendo alcune riflessioni:

  1. A fronte della segnalazione dei Cinque Stelle ci viene eccepito, in primo luogo, che in sede di gara non abbiamo assoggettato a ribasso d’asta anche il costo della manodopera. Sappiamo che ci sono pareri discordanti in merito, come sottolinea la stessa ANAC, gli uffici hanno applicato in maniera letterale la norma escludendo dal ribasso il costo del lavoro al pari di quello della sicurezza (da notare che se si fosse inclusa anche la manodopera nel monte lavori, il ribasso formulato dall’impresa del 41,99 % si sarebbe ridotto a circa il 27,27%). Si tiene a precisare che, invece, non è stata fatta nessuna osservazione in merito alla scelta di utilizzare come metodo di gara il criterio del massimo ribasso rispetto a quello dell’economicamente più vantaggioso, che anzi, stando al parere ricevuto sarebbe potuto essere utilizzato in quegli ambiti che abbiamo deciso di salvaguardare.
  2. La seconda accusa mossa dai cinque stelle e che ha anche portato alla segnalazione è stata la riduzione dell’appalto sotto alla somma di un milione di euro. Il progetto presentato dall’AUSL per un totale lavori di 1.030.000 sommato all’IVA, a un minimo di lavori imprevisti ed all’incentivo dei progettisti dava luogo al superamento della disponibilità di bilancio perché pari a 1.191.000 euro Questo superamento non ci avrebbe permesso di realizzare in tempi brevi l’opera la mancanza immediata di risorse e visto che riteniamo che questa sia un’opera che il paese non può più aspettare, sono state individuate lavorazioni marginali rispetto alla realizzazione dell’opera a favore di quelle prettamente indispensabili che sono state tolte dalla gara. Questa scelta è volta a garantire una rapida entrata in funzione della Casa della Salute, mentre le opere marginali, ovvero la sistemazione esterna, l’impianto fotovoltaico e il riempimento della rampa che portava al piano seminterrato della coop, si realizzeranno in un successivo momento e non per forza con l’azienda che ha vinto l’appalto.
  3. Il terzo punto riguarda invece il fondo incentivante ai progettisti di 25.219 euro. I cinque stelle avevano già chiesto a chi sarebbe andato e a quanto avrebbe ammontato l’incentivo di progettazione e gli uffici hanno sempre risposto. Oggi l’autorità riporta quanto dicono gli esponenti ovvero che secondo loro non c’è un calcolo che giustifichi l’incentivo alla progettazione. Oggi l’autorità riporta quanto dicono gli esponenti ovvero che secondo loro non c’è un calcolo che giustifichi l’incentivo alla progettazione. Il calcolo c’è, lo stiamo già fornendo alla Corte dei Conti e segue pedissequamente l’applicazione del regolamento del Comune, tenendo conto anche degli incentivi maturati sui lavori originariamente progettati e già parzialmente eseguiti. Si arriva così ad una somma di circa 25.000 da distribuirsi prevalentemente ai progettisti dell’ASL e in quota ridotta al responsabile della sicurezza individuato internamente al Comune. Da notare che se avessimo esternalizzato il progetto il costo sarebbe stato di circa ottantamila euro.

Non abbiamo alcun timore a documentare e motivare le nostre scelte all’autorità competente, al consiglio e alla cittadinanza. Il nostro obbiettivo è fare le cose e farle al meglio per un paese che per troppi anni ha aspettato queste opere, trasformando le vecchie disavventure del cantiere in opportunità per i cittadini. Ci sono ormai generazioni che non sanno nemmeno cosa ci fosse prima della casa della salute in quello che da anni si presenta come un cantiere fatiscente, ma che finalmente, questa Amministrazione sta portando a compimento con determinazione e sempre col sorriso sulle labbra.

Il Sindaco Umberto Costantini

Primo inserimento del 15/12/2015 -- Ultimo aggiornamento del 15/12/2015 ore 15:35 - Stampa