Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativacookies
Comune di Spilamberto

Gli Amaretti

Vivi Spilamberto

Gli Amaretti - Comune di Spilamberto - Vivi Spilamberto - Un paese da scoprire - I prodotti tipici - Gli Amaretti

AMARETTO DI SPILAMBERTO

Tipici della tradizione spilambertese fin dal XVII secolo e probabilmente nati dall’elaborazione di una ricetta ebraica sono noti per lo squisito sapore e la caratteristica morbidezza.
Verso la metà del XIX secolo gli amaretti uscirono dall’ambito familiare e cominciarono ad essere commercializzati ad opera della famiglia Goldoni, titolare del famoso caffè Goldoni che si trovava all’angolo fra le attuali corso Umberto I e via Sant’Adriano. Oggigiorno queste prelibatezze vengono preparate da maestri fornai-pasticceri che si ritrovano tutti in Centro Storico: Forno Bonucchi Otello, Forno Valisi Giuliana, Pasticceria Prima o Poi, Bar Pasticceria Lo Zucchero Filato e Panificio Giuliana. Di dolci che portano questo nome è piena la tradizione di numerosissime località italiane, ma quelli di Spilamberto si differenziano da tutti gli altri per le loro eccellenti qualità. La ricetta base è costituita da mandorle dolci e amare impastate con zucchero e albume montato a neve. Le varianti di questa formula sono infinite, tanto che ogni famiglia di Spilamberto tiene segreti alcuni accorgimenti che possono andare dal tempo di cottura al modo con cui si conservano.

 

Ricetta:
sbollentate le mandorle, sgocciolatele, sbucciatele e pestatele in un
mortaio; mescolate manualmente le mandorle insieme allo zucchero
e aggiungete gli albumi montati a neve fino a raggiungere
un morbido impasto; prendete l’impasto a cucchiaiate e adagiatele
distanziate in una teglia nel forno statico a 160° per 20 minuti circa.
Conservateli in un vaso di vetro chiuso.

Inserita il 24/11/2008 -- Aggiornata il 30/08/2021 ore 12:27
Calendario eventi e manifestazioni
16 - 29 Ottobre